Ripristino e impermeabilizzazione di silos in un impianto di biogas

Tipologia: RIPRISTINO DEL CALCESTRUZZO
CICLO DI INTERVENTO PER IL RIPRISTINO DELLE PROBLEMATICHE PRESENTI: GIUNTO PAVIMENTAZIONE TRINCEE NEL SILOS NON È STATO PREVISTO NEMMENO UN GIUNTO DI DILATAZIONE NONOSTANTE LE AMPIE SUPERFICI DELLA STESSA (105 MT X 20 MT): Formazione giunto dilatazione: Giunti di isolamento: Gli spiccati in elevazione, le strutture esistenti, le strutture verticali devono essere separati dalla pavimentazione in calcestruzzo, con materiale comprimibile ed impermeabile, al fine di rendere la pavimentazione, dal punto di vista deformazionale indipendente dalle strutture ad essa adiacenti, in modo da assecondare gli inevitabili movimenti differenziali di natura termo-igrometrica. Quindi, va posato uno strato di materiale isolante per staccare e rendere indipendente il pavimento da strutture, elementi esistenti e pavimentazione/spiccati/strutture in genere non vanno in nessun modo collegati ne con barre d’armatura ne con altri sistemi. • Taglio per tutto lo spessore a circa 7 m dalla parete; • Formazione di asole per inserimento dei barrotti di ripresa mediante: taglio con clipper ad acqua per una larghezza di 20 cm ed una lunghezza di 55/65 cm, distanziate le une dalle altre di 100 cm; successiva demolizione con martello elettrico; • Inserimento di barrotti Ø 22 di lunghezza circa 50/60 cm, inguainati da una sola parte per permettere lo scorrimento e bloccati dall’all’altra, all’interno delle asole. Tali barrotti, vanno disposti perpendicolarmente alla superficie di taglio della pavimentazione, come precedentemente evidenziato, vincolati in una sola piastra da un lato e liberi di scorrere nell’altra piastra adiacente al fine di permettere gli spostamenti orizzontali ed impedire i mutui spostamenti verticali delle piastre della pavimentazione; • Riempimento della parte demolita, con micromalta cementizia antiritiro, reoplastica, colabile ed iniettabile, priva di bleeding e segregazione, esente da cloruri e sostanze aggressive. • Carteggiatura della superficie con idonea attrezzatura meccanica; • Sigillatura mediante formulato metacrilico chimico resistente ad elasticità permanente del nuovo giunto creato. RIPRISTINO PAVIMENTAZIONE TRINCEE Trattamento di impregnazione superficiale per le pavimentazioni del silos Preparazione delle superfici • Lavaggio delle superfici ad alta pressione al fine di eliminare ogni parte incoerente con il supporto. • Sigillatura delle fessure: 1. Apertura delle fessure mediante smerigliatura meccanica, asportando e distaccando ogni parte in fase di distacco dal supporto. 2. Accurata pulizia da polveri, parti incoerenti e/o distaccate; 3. Saldatura delle fessure mediante sigillante poliuretanico ad elevatissima fluidità Roadware 10 minutes, in grado di penetrare in profondità nella crepa, con caratteristiche espansive in fase di asciugatura. • Accurata pulizia e aspirazione in modo da eliminare tutte le polveri, parti incoerenti e parti in fase di distacco, creando una superficie idonea per ricevere le successive applicazioni. Ciclo applicativo • Applicazione di impregnante a base di silicati di litio Pentra-sil 244+ a mezzo nebulizzatore a bassa pressione, l’applicazione andrà effettuata nel modo più uniforme in modo che la superficie rimanga umida per alcuni minuti. Va utilizzato il prodotto per protezione da sali e altre sostanze chimiche, in grado di indurire, sigillare e consolidare la superfice in calcestruzzo. GIUNTO PAVIMENTO/PARETE DELLE TRINCEE NEL GIUNTO TRA PARETE E PAVIMENTO DEL SILOS VI ERANO NUMEROSE PERDITE DI PERCOLATO, DANNOSE PER L’AMBIENTE CIRCOSTANTE Impermeabilizzazione giunto pavimento/parete Preparazione delle superfici • Sabbiatura delle superfici fino alla completa rimozione delle parti incoerenti; • Accurata pulizia in modo da eliminare tutte le polveri, parti incoerenti e parti in fase di distacco, creando una superficie idonea per ricevere le successive applicazioni. Ciclo applicativo • Applicazione a rullo di uno strato di promotore di adesione tricomponente con funzione di barriera al vapore; • Applicazione a spruzzo di formulato bicomponente a base di poliurea spruzzato a caldo, per uno spessore finale (>) di 2 mm. (sysntec poliurea spray)

Curiosità sul progetto edile

Hai dei dubbi su "Ripristino e impermeabilizzazione di silos in un impianto di biogas"? Siamo a tua disposizione puoi contattarci attraverso il modulo di contatti rapido sottostante.

Privacy
Accetto il trattamento dei dati personali in conformità del Regolamento UE 679/2016 (GDPR) in materia di Privacy.